Primo Convegno Diocesano di SpiritualitÓ su Padre Pio

Castellammare di Stabia 19 Marzo 1994

Torna al Men¨ Principale

Clicca per ingrandire

La "Metropoli delle acque", per le sue 28 sorgenti idriche medicamentose, ha voluto testimoniare il suo affetto e la sua devozione verso Padre Pio ospitando, nel salone dei congressi delle Terme, il "Primo convegno Diocesano di SpiritualitÓ su Padre Pio da Pietrelcina". Sabato, 19 Marzo 1994, sul pianoro del Solaro sono accorsi, numerosi, tanti figli spirituali del Servo di Dio stimmatizzato, tanti aderenti ai Gruppi di Preghiera Campani. Questa volta non certo per dissetarsi alle fonti delle acque stabiane, "Creationis gloria - humanitatis salute" , ma per attingere e bere, dalla viva parola di esperti oratori, abbondanti sorsi di autentica spiritualitÓ.

E si pu˛ senz'altro affermare che si Ŕ trattato di un grande avvenimento, fortemente voluto e organizzato dal Presidente delle Terme, Notaio Francesco Saverio D'Orsi, dal Direttore Generale Reggente Rag. Nicola Palumbo, dal Direttore Sanitario dott. Tommaso Contaldi e dal dermatologo dott. Michele Di Capua; un avvenimento che tutti ricorderanno e porteranno nel cuore. Sullo sfondo della sala, addobbata con drappi azzurri e con fiori variopinti, una gigantesca tela raffigurante Padre Pio, realizzata dal pittore prof.Antonio Gargiulo, sembrava porgere a tutti un cordiale benvenuto.

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Dopo l'appassionata presentazione del dott. Tommaso Contaldi, l'arcivescovo di Sorrento e Castellammare mons. Felice Cece, ha inaugurato il Convegno. La prima relazione Ŕ stata tenuta dall'arcivescovo di Pompei  mons.Francesco Saverio Toppi, Delegato Pontificio, che ha presentato "Padre Pio, figlio devoto di Maria" ed ha messo in luce la straordinaria devozione mariana del suo venerato Confratello cappuccino, il tenero amore che legava lo stesso alla Vergine Santissima, espresso con accorati accenti nel suo epistolario ed esternato con la recita continua del santo Rosario.

Ha quindi preso la parola il superiore del convento di San Giovanni Rotondo, padre Livio DiMatteo, il quale, trattando il tema: "la famiglia: scuola di amore", ha ricordato quanto Padre Pio avesse a cuore che gli sposi vivessero nello stesso clima di Nazareth. Tutte le volte che il caro Padre benediceva un matrimonio, oltre agli auguri d'occasione ripeteva agli sposi: "LA Sacra Famiglia non ritiri mai il suo sguardo amoroso dalla vostra famiglia; e voi modellatevi su di essa ed avrete pace e beni temporali e spirituali".

Clicca per ingrandire